Acqua, il corpo sottostante

Acqua, il corpo sottostanteL’acqua, chiamato “silenzioso nutriente” (ang. conti di “silent nutritivo”) per più della metà del peso del corpo umano. Costantemente escreta dai reni (urina-1500 cm3), polmoni (con vapore-550 cm3) e la pelle (con allora-600 cm3 nei climi temperati), devono essere forniti in quantità adeguate, al fine di mantenere al livello appropriato, per il corretto funzionamento del processi fisiologici. Reazioni metaboliche si verificano nell’ambiente acquatico. L’ossidazione delle sostanze nutrienti richiede la disponibilità di acqua in quantità di 1 litro di liquido per l’assunzione di 1000 kcal di cibo. L’acqua è un elemento portante di prodotti metabolici tossici, rimosso sudore o nelle urine. L’assunzione insufficiente di esso conduce a rapida disidratazione, che provoca effetti negativi sulla salute. Inoltre, una quantità eccessiva di acqua accettato, che non può essere espulso, (soprattutto la carenza di sale-sodio cloruro) ha un impatto negativo sulla salute. È pertanto fornire acqua in quantità corrispondente alla necessità di fluidi.

Alla base di acqua durante lo sforzo fisico

Durante l’esercizio intenso tasso metabolico può aumentare a 15-20-x rispetto alle condizioni di riposo. La severità di risultati di metabolismo in un significativo, anche 100 volte aumento del tasso di generazione di calore in lavoro dei muscoli, con conseguente temperatura muscolare aumenterà da 34-36 ° c (a riposo) a 37-39 ° c (nei primi 3-4 minuti di funzionamento). Muscoli al lavoro meccanico utilizzano solo circa 1/4 la quantità di energia metabolica, così la maggior parte di esso dovrà essere scambiata in calore. Calore è trasferito al sangue che scorre, e con esso distribuito in tutto il corpo, causando un aumento della temperatura e il lancio di meccanismi per la dissipazione del calore. L’energia termica può essere dissipato da conduzione, radiazione, convezione o evaporazione del sudore dalla pelle.

Capacità di disidratazione ed esercizio fisico

Sudorazione in condizioni di aumento del calore corporeo dopo l’esercizio fisico, associato alla perdita di acqua e sali minerali, molto velocemente può portare a gravi disturbi di acqua ed elettroliti. In termini di validi fluidi extracellulari ed intracellulari hanno uguale pressione osmotica (osmolalità).

La pressione osmotica è la pressione esercitata sulla membrana cellulare di fluidi separati da questa membrana – cioè intra- ed extracellulari. Se entrambi i lati della membrana cellulare crea una differenza nelle concentrazioni di osmotycznie attivo (in questo caso gli elettroliti), si tratta del movimento del solvente (in questo caso, acqua) in direzione di inferiori a quelli superiori. In condizioni di insufficiente apporto o / e aumentata perdita di acqua per un calo del volume di spazio extracellulare e un aumento della pressione osmotica e il livello di sodio. Per definizione, al fine di compensare la pressione osmotica è il movimento dell’acqua dallo spazio con bassa osmolalità (intracellulare) nello spazio con più alta osmolalità (extracellulare), che conduce a disidratazione intracellulare.

Disidratazione (clicca qui per saperne di più) comporta numerosi effetti negativi: aumento della temperatura corporea, aumento della frequenza cardiaca, diminuzione della gittata sistolica e gittata cardiaca, limitando il flusso della pelle, riducendo l’apporto di ossigeno al lavoro consumo di glicogeno del muscolo più velocemente e ridurre la funzione del sistema nervoso centrale (mentale e cognitivo). Cellule di idratazione inadeguata non solo peggiora la capacità di esercitare, di conseguenza è diminuito il volume del plasma e sangue circolante, ma anche riduce l’efficienza dei meccanismi di termo-regolazione e interferisce con il processo dei processi metabolici. Questo porta ad un significativo indebolimento della capacità di esercitare il corpo e anche le minacce per la salute e la vita, come conseguenza di esaurimento o colpo di calore. Iniziale i sintomi (mal di testa, confusione di discorso, disorientamento, debolezza, sonnolenza) in corso molto poco e può essere notato. Se lo sforzo non sarà interrotto o non completeranno al liquido, si sviluppa la malattia.

Irrigazione efficienti durante l’attività fisica-quanti liquidi?

Corretta irrigazione nel periodo okołowysiłkowym è una pratica molto importante. L’unico modo efficace per combattere la disidratazione e hyponatremia è individuale, sviluppato correttamente la strategia di irrigazione, in cui l’importante gioca il tipo di assunzione di liquidi, loro numero e la frequenza di consumo. A tal fine, l’uso di bevande progettato per gli atleti, che dovrebbero stimolare il desiderio, presto assimilare, ben idratato il corpo e fornire l’energia necessaria al lavoro dei muscoli. Prevenzione della disidratazione è quello di ricevere la giusta quantità di liquidi prima e durante lo sforzo fisico e l’aggiunta alla perdita di squilibrio acqua-elettroliti dopo il suo completamento.

Quali liquidi saranno solo irrigare più efficacemente?

Oltre alla quantità di assunzione di liquidi, importante è anche il tipo, il quale riguarda in particolare gli sforzi durata più di un’ora, temperatura ambiente elevata. L’efficienza di assorbimento del fluido dipende dalla loro osmolalità. La pressione osmotica del plasma sanguigno varia da 275 a 295 mOsm/kg di acqua, e questo valore è il numero di moli di la sostanza, sciolto in 1 litro di plasma. Il corpo in primo luogo perdendo acqua, ridurre il volume del liquido extracellulare e allora tutti dei fluidi, che aumenta la loro pressione osmotica. Differenze nella concentrazione degli elettroliti provocano la penetrazione dell’acqua attraverso le membrane cellulari di compensare la pressione osmotica, indicata come izotonia. A causa della quantità di sali minerali contenuti nelle bevande analcoliche in relazione alla quantità di elettroliti nel sangue si distingue per le bevande: ipotonica, isotonica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*